EconPapers    
Economics at your fingertips  
 

Sulla proposta di Minsky dello Stato come "occupatore di ultima istanza"

Enrico Levrero ()

Economia & lavoro, 2018, issue 2, 113-130

Abstract: I timori di una stagnazione secolare dopo la crisi del 2007 e gli effetti negativi sui consumi di bassi salari e di un'occupazione instabile hanno riportato l'attenzione sulle politiche keynesiane di lotta alla povertà, tra cui quella di Minsky dello Stato come occupatore di ultima istanza. Dopo aver brevemente esposto la proposta di Minsky e avere calcolato le risorse finanziarie che potrebbero essere necessarie per una sua implementazione in Italia, scopo di questa breve nota sarà di discutere gli ostacoli che essa potrebbe incontrare e le possibili misure necessarie per superarli. La conclusione che si trarrà è che una combinazione del sistema dell'"Employer of Last Resort" (ELR) con politiche keynesiane di sostegno alla domanda aggregata nella forma di investimenti pubblici e specifiche spese correnti dello Stato potrebbe essere la misura migliore al fine di garantire condizioni di piena occupazione, posto che si costruisca una cornice istituzionale favorevole al raggiungimento di tale obiettivo.

Date: 2018
References: Add references at CitEc
Citations: Track citations by RSS feed

Downloads: (external link)
https://www.rivisteweb.it/download/article/10.7384/91176 (application/pdf)
https://www.rivisteweb.it/doi/10.7384/91176 (text/html)
Access to full text is restricted to subscribers

Related works:
This item may be available elsewhere in EconPapers: Search for items with the same title.

Export reference: BibTeX RIS (EndNote, ProCite, RefMan) HTML/Text

Persistent link: https://EconPapers.repec.org/RePEc:caq:j950ix:doi:10.7384/91176:y:2018:i:2:p:113-130

Access Statistics for this article

More articles in Economia & lavoro from Carocci editore
Bibliographic data for series maintained by ().

 
Page updated 2022-01-09
Handle: RePEc:caq:j950ix:doi:10.7384/91176:y:2018:i:2:p:113-130